Anche la Ghirlandina, il simbolo della città, sarà tutta gialla per Notte Gialla Rock di sabato prossimo. Si colorerà grazie a una speciale illuminazione a cura di Hera luce e sarà visitabile dalle 9.30 alle 23.30 con ultimo ingresso alle 23.

La manifestazione è stata presentata questa mattina, martedì 26 giugno, da Gianpietro Cavazza, vicesindaco e assessore alla Cultura, Ludovica Carla Ferrari, assessora a Promozione della città e turismo, Andrea Bosi, assessore al Centro storico, Diego Ferrari di Radio Stella e Paolo Paoli del Gruppo Hera.

L’iniziativa avrà due poli principali di riferimento: in piazza Roma e largo Sant’Agostino (a ingresso libero fino a esaurimento posti).

Nella grande piazza di Palazzo Ducale si apre alle 21.30 con dj set di Luca Zanarini e dalle 22 si proiettano su maxischermo immagini della città e del concerto nei giorni straordinari del “Modena Park”, con ospiti dal vivo del mondo del rock e legati all’artista: a presentare sarà Diego Spagnoli, storico direttore di palco del rocker di Zocca, ruolo ricoperto anche a Modena Park.

Con lui ci sarà, tra gli altri “il Gallo”, storico bassista del Kom, che torna ad esibirsi per l’occasione. Saliranno sul palco persone di Modena e dintorni dei quali Vasco ha parlato nelle sue canzoni (Susanna, Silvia, “Il Negro”, il mitico “colpevole” Alfredo e altri ancora). Ospiti anche i gemelli Sergio e Marcello Franchi, che hanno realizzato un trono dedicato al Modena Park, che ha catturato la curiosità delle televisioni, e porteranno in piazza Roma il pezzo esclusivo donato al rocker di Zocca. Suoneranno gli Ego, vincitori del contest per emergenti collegato al Modena Park. E agli altri momenti della serata se ne aggiungerà uno con protagonista la scuola di musica di Zocca che porta il nome di Massimo Riva, per presentare il contest “KaraKom”, una sorta di gara canora, che darà la possibilità a chi c’è di cantare sul palco canzoni di Vasco.

Davanti a Palazzo dei Musei è invece in programma l’esibizione live della tribute band di Vasco “Non siamo mica gli americani”, con un flash mob dell’associazione di ipovedenti “Noisy Vision” che ha il giallo come colore identificativo, perché è l’ultimo dei colori – spiegano dall’associazione – che gli ipovedenti continuano a vedere quando gli altri si confondono, ed è quello che più li aiuta nella segnaletica urbana, nella lettura, nella vita quotidiana.

A collegare virtualmente le due piazze saranno due marching band (I Musicanti di San Crispino e Power Marching band) che già dalle 20 attraverseranno il centro storico a suon di musica, mentre ci saranno animazioni in tutto il cuore cittadino, grazie anche alla creatività e all’impegno di commercianti ed esercenti che hanno aderito. A questi ultimi, coinvolti insieme con associazioni di categoria e Modenamoremio, il Comune garantirà l’esenzione Tosap per l’occupazione di suolo pubblico fuori dalle attività, oltre al pagamento della Siae per le animazioni che realizzeranno.

 

La Notte gialla Rock di Modena di sabato 30 giugno è in collaborazione con Gruppo Hera, con le emittenti radiofoniche Radio Bruno, Radio Stella, Modena90 e Modena Radio City, e si avvale di un contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Modena.

LE VIDEO INTERVISTE

Il Gruppo Hera attrezzerà le aree dedicate agli spettacoli con una dotazione straordinaria di contenitori per la raccolta, per consentire ai partecipanti di vivere la Notte gialla con un occhio di riguardo all’ambiente e al decoro urbano. Per questa ragione, prima, durante e dopo la Notte gialla rock, Hera effettuerà turni di pulizie e raccolta dei rifiuti straordinari, così da consentire a tutti coloro che interverranno di poter godere appieno della bellezza del centro di Modena.